Premio Pellecchia 2019 - La manifestazione

La Manifestazione si  è articolata in due giornate: 28-29 marzo.

 

28 marzo.

Il 28 marzo, in mattinata, è stata svolta la prova scritta da parte di candidati provenienti prevalentemente dalla provincia di Frosinone, dalle regioni vicine e per la prima volta dalla regione Basilicata con un bel gruppo di studenti di Rionero in Vulture. I partecipanti si sono cimentati nell’analisi di un testo poetico di Saba “Amai” per l’ambito letterario e nell’elaborazione di un testo argomentativo sulle Microplastiche, per l’ambito scientifico.

Il pomeriggio si è aperto con l’esibizione al piano di due studenti del Liceo: Rosy  Cristiano e Oreste Di Clemente Neri per proseguire con la scoppiettante rappresentazione teatrale “Le avventure di Pinocchio”, portata in scena dagli studenti del Laboratorio attività creative del Liceo Scientifico, sapientemente guidati dal professore Maurizio Sinagoga e dalle professoresse Anna Catia Covelli e Carmelita D’Epiro. 

Momento particolarmente sentito è stata l’intitolazione all’indimenticato Preside Francesco De Rosa di due scaffali della biblioteca d’istituto, alla presenza del nipote e del figlio che hanno donato, a nome della famiglia, degli importanti volumi scritti dal Preside stesso.

 La serata si è conclusa con il consueto quanto atteso saluto conviviale organizzato dalla prof.ssa Laura Lucciola nell'ambito del progetto “Sapere i Sapori”.

29 marzo

Il 29 marzo si è svolta la Cerimonia di Premiazione della XIX edizione del Premio Letterario Nazionale Gioacchino Pellecchia*

La mattinata si è aperta lasciando spazio ad alcuni talenti del nostro liceo che si sono esibiti al piano e al clarinetto.

La prima è stata Rosy Cristiano, che suona dall’età di 5 anni e che ha presentato un brano di Einaudi “Nuvole”.

È stata poi la volta di Oreste Di Clemente Neri, con la “Sonata op. 2 n°1 di Beethoven, di Francesco Bruni, che ha coinvolto l’attenta platea con il dolcissimo suono del suo strumento e di Alessandro Del Buono, di 9 anni, che si è esibito in un suo brano ed ha suonato a 4 mani, accompagnato dalla madre, la prof.ssa Tanzilli, la Danza ungherese n°5 di Brahms.

Allo spazio musicale ha fatto seguito l’interessantissima prolusione di un vero e proprio cultore della lingua italiana, il Prof. Giuseppe Antonelli, professore ordinario di Linguistica Italiana presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

Il suo intervento, dal titolo “Italiano o e-italiano?”, ha catturato l’attenzione di tutti affrontando un tema sicuramente molto sentito soprattutto dalla scuola di oggi, ovvero l’evoluzione/involuzione della lingua della generazione digitale dominata dall’uso dei social che sta mettendo a rischio la capacità per più della metà della popolazione italiana, indipendentemente dall’età, di capire anche solo cosa dica un articolo di giornale.

Al termine dell’interessantissimo intervento, il prof. Francesco Franzese, ex docente del Liceo Pellecchia, in qualità di socio fondatore del Rotary Club, che da ben tre anni collabora con il Liceo, come dimostra il club Interact scolastico con la classe IVH, ha offerto due targhe per premiare i primi classificati della selezione interna del premio letterario nazionale Gioacchino Pellecchia: Matteo Messore e Francesca Protano del 5F.

Si è poi giunti al momento più atteso ovvero l’apertura delle buste, contenenti i dati dei vincitori, abbinate agli elaborati che la giuria aveva scelto per essere premiati.

Per l'ambito letterario sono risultati vincitori: 1° premio MARIANNA VITI  I.I.S. Sulpicio Veroli, 2° premio RICCARDO DE SANTIS liceo scientifico Ceccano, 3° premio FRANCESCA PROTANO liceo scientifico G. Pellecchia Cassino , menzione SEVERA SIMONE liceo scientifico D. Alighieri Anagni (sede di Fiuggi).

Per l'ambito scientifico sono risultati vincitori: 1° premio ALESSANDRO VISELLI I.I.S. Sulpicio Veroli, 2° premio SILVIA TOMASELLI liceo scientifico Pontecorvo, 3° premio LUCA DI FILIPPO Simoncelli di Sora, menzione SARA LOFFREDA liceo scientifico Pontecorvo. 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.